LE SEZIONI UNITE SULL'APPLICABILITA' DELL'ART. 384 C.P. AL CONVIVENTE MORE UXORIO

Cass. penale, Sez. Un. 17 marzo 2021, n. 10381 - Pres. Cassano, Est. Fidelbo

L’art. 384, primo comma, cod. pen., in quanto causa di esclusione della colpevolezza, è applicabile analogicamente anche a chi ha commesso uno dei reati ivi indicati per esservi stato costretto dalla necessità di salvare il convivente more uxorio da un grave e inevitabile nocumento nella libertà o nell’errore.